Lefèbvre: birrificio e birra Floreffe

La storia della Brasserie Lefèbvree della birra Floreffe

Questo birrificio belga, situato nella località di Quenast (Brabante, Vallonia), venne fondato oltre duecento anni fa nel cuore delle valle della Senna. Correva infatti l’anno 1876 quando Jules Lefebvre – un eclettico agricoltore, guardacaccia, oste e mastro birraio – diede inizio alla produzione di una ottima birra.

Nel corso dei due conflitti mondiali del Novecento la produzione birraria del birrificio di Lefèbvre venne interrotta, ma sempre venne ripresa; nel 1953 l’azienda iniziò anche a commerciare altre bevande. All’inizio degli anni ’80 l’export delle birre di questa brasserie visse un periodo davvero fiorente, in particolar modo per quanto riguarda la Bonne-Espérance, una birra rifermentata in bottiglia che conquistò sin da subito il mercato italiano.

Lefèbvre: birrificio e birra Floreffe

Nel 1983 l’Abbaye de Floreffe, situata a un’ottantina di chilometri da Quenast, concesse al birrificio Lefèbvre la licenza del marchio per produrre le sue speciali birre d’abbazia, che da tre iniziali divennero in breve tempo cinque. Nel 1989 arrivò la Blanche de Bruxelles, una birra di frumento, mentre nel 1996 debuttò la Barbãr, una birra Lager prodotta con il miele, e tante altre birre si aggiunsero nel corso degli anni.

Attualmente la Brasserie è gestita dalla sesta generazione della famiglia Lefèbvre, e l’80% della sua produzione è destinata all’export.

L’ampia gamma della birra Floreffe

Le Floreffe sono birre d’abbazia ad alta fermentazione commercializzate dal birrificio Lefèbvre in diversi formati: uno per il consumatore, nella classica bottiglia in vetro da 33 cl, e due dedicati a ristoratori e professionisti (fusti da 15 e 30 litri).

Ed ecco nel dettaglio le caratteristiche di queste ottime birre belghe, prodotte rigorosamente con acqua limpida di pozzo e rifermentate in bottiglia:

  • birra Floreffe Blonde (6.5°): è prodotta con zucchero caramellato, che presenta un colore giallo dorato ed un bouquet complesso ed aromatico. Il sapore è fruttato e maltato, e in esso si percepisce una leggera punta di amarognolo dovuta all’impiego di una miscela di luppoli selezionati. Il finale è persistente, e richiama alla liquirizia.
  • birra Floreffe Double (6.5°): questa specialità in stile Dubbel si presenta con un colore bruno determinato dall’utilizzo di un mix di malti tostati che, insieme a diverse spezie, conferiscono alla birra un sapore intenso. In esso si distinguono i frutti rossi e la liquirizia, ed il finale è secco e lievemente luppolato.
  • birra Floreffe Triple (8°): dal bel colore giallo dorato, la Floreffe Triple presenta una gradazione alcolica superiore rispetto alle due birre precedenti, e anche il suo sapore è più intenso ed accentuato. Nel corso della degustazione si può percepire un buon equilibrio tra il gusto caramellato e quello luppolato, accompagnato da un armonioso profumo di lievito e malto.
  • birra Floreffe Prima Melior (8°): già dal suo nome si intuisce che essa racchiude in sé qualcosa di speciale, ed effettivamente al birrificio Lefèbvre sostengono che il priore di un’abbazia avrebbe servito proprio questa specialità ad un ospite importante in visita. Si tratta di una birra di colore bruno, dalla elevata gradazione alcolica e dal sapore intenso, maltato e speziato (coriandolo e anice). Il suo profumo richiama allo zucchero caramellato e ai frutti rossi. La Prima Melior è disponibile anche in bottiglie da 75 cl.
  • birra Floreffe Blanche (4.5°): questa specialità in puro stile Blanche è prodotta con frumento, e presenta un colore giallo paglierino torbido. Il profumo è dolce e lievemente fruttato, mentre il sapore è leggermente acidulo con note di frutti gialli e vaniglia. La Floreffe Blanche è molto rinfrescante e dissetante, pertanto questa birra è ideale da bere soprattutto nei mesi più caldi dell’anno.

Lefèbvre: birrificio e birra Floreffe

Informazioni di contatto per la birra Floreffe

Lascia un commento