Intervista al birrificio artigianale SOGNANDOBIRRA

 logo2

La storia del Birrificio Sognandobirra

Il birrificio Sognandobirra nasce dalla voglia di trasformare una passione in un lavoro. Ciò che ci ha spinto in questo progetto sono stati gli apprezzamenti ricevuti da coloro che hanno degustato le nostre birre inizialmente prodotte come homebrewer.

Per noi la birra è una bevanda ideale per ogni occasione: se bevuta in gruppo può accendere la festa, se degustata da soli trasmettere tranquillità.

La sala cottura è interamente frutto dello sviluppo di un nostro progetto mentre la realizzazione è stata affidata a partners locali che sotto i nostri dettami hanno saputo materializzare le nostre idee. L’impianto è composto da un tino di ammostamento/bollitura e whirlpool, da un tino filtro e da un tino riscaldamento acqua. La capacità produttiva attuale è di 800 lt e aggiungendo da uno a tre tini supplementari per l’ammostamento è possibile effettuare più cotte simultaneamente.

Per il nostro futuro ci poniamo come obiettivo di diventare uno dei migliori marchi di birra Artigianale Italiana facendola apprezzare anche all’estero.

Una birra può definirsi artigianale quando la mano dell’uomo è elemento essenziale nella sua creazione.

L’evoluzione della birra in Italia sta ricalcando le orme già percorse dal vino. Il mercato offre birre qualitativamente elevate tali da permettere abbinamenti eccellenti prima mai azzardati anche a cibi raffinati come pesce, formaggi e carni.

Le birre italiane si differenziano dalle birre straniere perché non sono legate ad una tradizione nazionale e storica per cui, come la cucina italiana è apprezzata ovunque per la sua qualità e dinamicità, anche l’arte brassicola nostrana pone lo stesso impegno nella creazione di nuovi gusti.

DSC01473

La produzione del Birrificio Sognandobirra

Produciamo tre birre ad alta fermentazione non pastorizzate, non filtrate e rifermentate in bottiglia e/o fusto tipo KeyKeg: Sayamé (Blonde Ale), 364 ( IPA ) e Sisma ( Brown Ale ). A breve usciremo con Madame Blanche: la nostra birra bianca. SOGNANDOBIRRA ha l’obbiettivo di offrire al mercato birre di alta qualità che abbiano il giusto rapporto tra qualità e prezzo in base a diversi fattori che ne influenzano il costo come qualità e quantità delle materie prime, accise, metodo di lavorazione, tempi di maturazione e packaging.

Tra le birre sopra citate la più apprezzata è sicuramente Sayamé: birra dorata piacevolmente luppolata dalla schiuma persistente e compatta. Profumi floreali e speziati risaltano grazie all’utilizzo di luppoli nobili in dry-hopping. Buon corpo e amaro persistente in bocca. Birra caratterialmente giovane da consumare a tutte le ore. Vol.4,7 % . SOGNANDOBIRRA utilizza malti Weyermann,luppoli europei e americani e lieviti Atecnos prodotti a 100 metri dal nostro birrificio di Oderzo in provincia di Treviso.

Per quanto riguarda la collaborazione con altri birrifici non vediamo nessun elemento negativo nel permettere che ciò possa accadere, l’importante è condividere l’obiettivo di SOGNANDOBIRRA che si identifica nel produrre birre piacevoli e sane, dove ogni passaggio di lavorazione è curato con la massima attenzione.

I nomi delle birre

I nomi delle birre di SOGNANDOBIRRA sono stati inventati da tutti e tre i soci. SAYAME’ richiama la nostra parola assaggiami in alcuni dialetti veneti. Noi abbiamo aggiunto la Y e l’accento per dare un tocco esotico e giovane. 364 semplicemente perché è una birra da bere 364 giorni all’anno …e l’altro pure. SISMA perché la prima cotta di questa birra è stata fatta il giorno 6 maggio del 2006 trentesimo anniversario del terremoto in Veneto e quindi legato ad una ricorrenza storica del nostro territorio.

Le etichette ed il packaging sono curati interamente da noi soci e l’intenzione è di uscire dagli schemi delle classiche etichette da birra e di seguire un orientamento allo stesso tempo elegante e giovane.

La nostra birra viene proposta direttamente ai locali di zona per conto nostro mentre per quanto riguarda le zone più lontane utilizziamo distributori specializzati. Oltre a queste forme di vendita abbiamo un negozio web sul sito www.sognandobirra.com e siamo presenti su facebook.

Riteniamo che le fiere siano un ottimo mezzo per far conoscere il marchio, sia agli operatori del settore sia al cliente finale, e che il passaparola esprima al meglio le sensazioni che partendo da un individuo singolo si diffondono a macchia d’inchiostro, o meglio di birra. Prossimamente organizzeremo delle serate di degustazione e di abbinamento delle birre a piatti di affettati e formaggi per divulgare la cultura della birra artigianale.

Lascia un commento