Birre La Trappe

Birre La Trappe

Birre La Trappe e birrificio trappista Brouwerij de Koningshoeven

L’abbazia di Koningshoeven si trova a Berkel-Enschot, vicino a Tilburg, nella parte meridionale dell’Olanda. Il suo birrificio “Brouwerij de Koningshoeven” venne fondato nel 1884 all’interno delle mura del monastero, allo scopo di produrre birra da destinare in piccola parte al consumo interno e alla copertura delle spese di gestione, ma soprattutto al finanziamento di opere caritatevoli.

Nonostante le lodevoli intenzioni, ben presto la gestione del birrificio prese una piega piuttosto commerciale, e addirittura nel 1969 l’abbazia di Koningshoeven concesse la licenza di produzione alla Artois. L’accordo commerciale terminò nel 1980, quando i monaci ripresero a lavorare in autonomia concentrando le loro energie sulle birre ad alta fermentazione ed “inventando” la Dubbel e la Tripel (1987) e la Blond (1992).

Sino al 1999 il birrificio fu sempre gestito dai monaci di Koningshoeven, ma spinta da diverse difficoltà pratiche l’abbazia strinse un contratto commerciale con la Bavaria. Questo accordo non fu visto di buon occhio dalla International Trappist Association, che si occupa della qualità dei prodotti marchiati con il logo “Authentic Trappist Product” e che non condivideva le nuove metodologie di produzione né la logica del profitto introdotte dalla Bavaria. Pertanto l’utilizzo del logo venne immediatamente sospeso, anche se il birrificio continuò ad etichettare come “Trappistenbier” i suoi prodotti.

Dopo anni di dibattiti e discussioni, nel settembre del 2005 il Brouwerij de Koningshoeven fu di nuovo autorizzato ad utilizzare il logo “Authentic Trappist Product”, a condizione che i monaci riprendessero un loro ruolo più centrale nelle operazioni produttive.

Birre La Trappe

Le birre “La Trappe” oggi

Oggi sono ben nove le birre ad alta fermentazione prodotte dalla Brouwerij de Koningshoeven, che vengono commercializzate con il nome “La Trappe”. Ad eccezione della PUUR, disponibile solo nel formato da 33 cl, tutte le birre “La Trappe” sono commercializzate sia in bottiglie da 33 cl che nel formato grande da 75 cl.

Ecco nel dettaglio le caratteristiche delle più “classiche” di queste birre trappiste olandesi:

  • La Trappe Blond (6.5°): presenta un colore giallo dorato e un profumo aromatico e fruttato. Il sapore è dolce e leggermente maltato, e racchiude una certa complessità; il retrogusto è piacevolmente amarognolo. La Trappe Blond si gusta al meglio intorno agli 8-10°C.
  • La Trappe Dubbel (7°): nel pieno rispetto dello stile “Dubbel”, questa birra presenta un colore bruno-rossastro e forma una schiuma densa e persistente di colore beige. Il suo profumo è molto intenso, e il sapore è ricco ed equilibrato: in esso, le note del malto sono esaltate da quelle del caramello. Questa birra di medio corpo deve essere servita a 8-12°C.
  • La Trappe Tripel (8°): è una birra di colore chiaro, dal profumo aromatico e dal sapore pieno e speziato, che rimanda al coriandolo e ad altre erbe. Il retrogusto è secco e leggermente amarognolo, e per gustarla al meglio va servita a circa 10-14°C.
  • La Trappe Quadrupel (10°): questa è in assoluto la più forte di tutte le birre La Trappe, e si presenta con un bel colore ambrato intenso. Il suo sapore è ricco, caldo ed equilibrato, e in esso si percepiscono le note del malto tostato e una leggera luppolatura che conferisce un retrogusto amarognolo. Col procedere della fermentazione in bottiglia, La Trappe Quadrupel acquisisce pregevoli aromi fruttati e speziati. Questa specialità trappista va gustata a 10-14°C.
  • La Trappe Quadrupel Oak Aged (10°): venne prodotta per la prima volta nel 2009 riprendendo l’antica tradizione di far maturare le birre in botti di rovere (“barrique”). La “materia prima” di partenza è La Trappe Quadrupel, e il risultato è una birra dai profumi e sapori estremamente complessi ideale da bere intorno ai 12-18°C, e che ben si presta all’invecchiamento in bottiglia. A seconda del barile nel quale invecchia, inoltre, il sapore della Oak Aged cambia!

Le birre “speciali” La Trappe

Presso il birrificio trappista di Koningshoeven la fantasia certo non manca, pertanto fra le birre prodotte vi sono anche interessanti specialità tutte da scoprire:

  • La Trappe Witte Trappist (5.5°): di tutti i monasteri trappisti quello di Koningshoeven è stato il primo, e oggi rimane l’unico, a produrre una birra bianca di frumento (Witte) non filtrata. Questa birra è dissetante e leggera, e caratterizzata da un piacevole profumo agrumato; la temperatura di servizio ideale della Trappe Witte Trappist è di 4-6°C.
  • La Trappe Isid’or (7.5°): questa birra, prodotta per la prima volta nel 2009, venne dedicata a fratello Isidoro, che fu il primo mastro birraio dell’Abbazia di Koningshoeven. Il suo successo fu però tale che i monaci decisero di renderla una produzione fissa. La Trappe Isid’or è di colore ambrato e presenta un sapore dolce con note di caramello e una punta di amarognolo; il suo retrogusto è fruttato. Si beve a temperature di 10-14°C.
  • La Trappe PUUR (4.7°): è una birra prodotta solamente con materie prime da agricoltura biologica ed è caratterizzata da un sapore luppolato e leggero, che la rende rinfrescante e piacevole da bere. Dà il meglio di sé quando viene servita fredda, a temperature di circa 4-6°C.
  • La Trappe Bockbier (7°): questa birra viene prodotta solo stagionalmente, ed è l’unica Bock trappista oggi in circolazione. Il suo colore è rosso scuro intenso e il suo sapore, ricco e maltato, è reso ancor più gradevole dalla presenza di una leggera punta di amaro che compensa la dolcezza del malto. La Trappe Bockbier viene servita alla temperatura ideale di 10-12°C.

Informazioni utili

  • Brouwerij de Koningshoeven – La Trappe
  • Sito web: http://www.latrappetrappist.com/
  • Indirizzo: Eindhovenseweg 3, Berkel-Enschot, Postbus 394, 5000 AJ Tilburg, Paesi Bassi
  • Tel.: +31 (0)13 5358147
  • Fax: +31 (0)13 5437472

Lascia un commento