Birre Torrechiara

Birre Torrechiara

Birrificio e birre Torrechiara (Parma)

La produzione di Panil iniziò nel 2000 grazie all’intraprendenza di Renzo Losi, da sempre appassionato di birre, soprattutto belghe. Da questa prima produzione artigianale nacquero negli anni diverse tipologie di Panil, rifermentate in bottiglia, non filtrate e del tutto prive di conservanti.

Sin dagli anni Trenta dello scorso secolo l’azienda di famiglia si occupava della produzione e della vendita di vini tipici dei Colli di Parma, pertanto un simile background non poteva non avere la sua influenza anche in ambito birrario. Losi sperimentò quindi con successo la maturazione delle birre in barrique, proprio come si fa con i vini, ottenendo bevande dal sapore caratteristico e uniche nel suo genere.

Non ci volle molto affinché le Panil diventassero ben presto note non solamente a livello locale, ma anche italiano e internazionale. Nel 2010 e nel 2012, ad esempio, nelle classifiche delle migliori birre italiane stilate dal popolare sito RateBeer la Panil Barriquée (Sour) ha conquistato il primo posto assoluto e per questo motivo le è stata assegnata la prestigiosa “Medaglia d’Oro”.

Birre Torrechiara

Birre Torrechiara: le classiche del birrificio

Il Birrificio di Torrechiara fa parte dell’Associazione Unionbirrai italiana, e sono tre le specialità che hanno segnato gli esordi della produzione birraria che ancora oggi sono considerate dei must: eccole.

Panil Ambré

La prima birra in assoluto nata a Torrechiara è stata la Panil Ambré, una ale dal colore ambrato da 6.5° caratterizzata da una discreta luppolatura e da profumi aromatici e leggermente fruttati. Il sapore è intenso e richiama alla liquirizia e all’amaretto; si tratta a tutti gli effetti di una birra ispirata allo stile d’abbazia. La Ambré è ottima da sorseggiare da sola, mentre per quanto riguarda gli accostamenti si consiglia di gustarla soprattutto con i formaggi stagionati; è disponibile in bottiglie da 50 e da 75 cl.

Panil Brune

La Panil Brune è una birra dal carattere deciso e dal buon grado alcolico (7.5° vol.), con un colore scuro nel quale si possono notare sfumature rossastre. Anch’essa di chiara ispirazione trappista, questa birra è caratterizzata da un sapore intenso e da aromi che richiamano al caffè e alla liquirizia. Si tratta di una vera e propria birra da degustazione, che tuttavia può anche essere apprezzata in accompagnamento a carni rosse alla griglia e al cioccolato fondente. La Panil Brune viene venduta in bottiglie da 50 cl.

Panil Blanche

Gli amanti delle birre di frumento senz’altro apprezzeranno la Panil Blanche, una birra da 4.6° aromatizzata al coriandolo e alla buccia d’arancia, e dalla luppolatura media. Il profumo è fruttato e il sapore leggermente amarognolo; produce un cappello di schiuma abbastanza persistente ed è una bevanda fresca e beverina. Si accompagna bene ai piatti a base di pesce e crostacei, ma anche ai dolci, e viene commercializzata in bottiglie da 50 cl.

Birre del Birrificio di Torrechiara con influenze “enologiche”

Oltre alle birre di cui sopra, la continua ricerca di nuove specialità da parte del Birrificio di Torrechiara ha portato alla nascita di altre tipologie di grande pregio, nate dalla fusione delle tecniche enologiche con quelle birrarie.

Panil Barriquée

Si tratta di una birra scura a tripla fermentazione, che avviene in vasca, in barrique e in bottiglia. La particolarità della Panil Barriquée è il suo invecchiamento di tre mesi in botti di rovere utilizzate per la produzione di vini Bordeaux e di Cognac. Il grado alcolico è di 8°, e di grande complessità sono i profumi e gli aromi di questa birra che è stata la prima italiana ad essere stata prodotta con questo metodo. La Barriquée viene imbottigliata in bottiglie da 75 cl.

Panil Barriquée (Sour)

Simile alla precedente, ma prodotta anche con fermentazione lattica che conferisce al prodotto finale il sapore tipico delle birre acide belghe. La gradazione alcolica è di 8°, e questa birra è consigliata in abbinamento a piatti ricchi e saporiti della tradizione.

Panil Enhanced

Questa specialità Panil chiara è piuttosto forte (9° vol.), e ottenuta da un procedimento produttivo che ricorda più quello enologico che quello birrario. Per la Enhanced vengono infatti utilizzati i lieviti che solitamente si usano per la produzione dello spumante, che conferiscono al prodotto un aroma che ricorda quello del vino bianco.

Le altre birre del Birrificio di Torrechiara

Ed ecco, infine, due specialità Panil del Birrificio di Torrechiara tutte da scoprire.

Panil Bionda

A differenza delle precedenti, si tratta di una birra a bassa fermentazione (stile Lager) caratterizzata da un grado alcolico di 5.5°, da un colore dorato e da una buona luppolatura. È rifermentata in bottiglia e viene commercializzata nel formato da 75 cl; il sapore è amarognolo, ed è una birra ideale per placare la sete nelle giornate calde. Da provare è l’accostamento con il Prosciutto di Parma DOP!

Divina

È stata nel 2007 la prima lambic (birra a fermentazione spontanea) ad essere prodotta in Italia. È caratterizzata da un sapore acidulo e da una gradazione alcolica di 5.5°.

Contatti del Birrificio di Torrechiara

  • Sito web: http://www.panilbeer.com/
  • E-mail: ufficio@panilbeer.com
  • Facebook: Birrificio Torrechiara
  • Tel.: 0521 355113
  • Fax: 0521 355136
  • Indirizzo: Strada Pilastro, 35 – 43013 Torrechiara (Parma)

Lascia un commento