Birre Paulaner

Birre Paulaner

Birre Paulaner e birrificio (Germania)

Correva l’anno 1634 quando i monaci dell’ordine dei Minimi, fondato da San Francesco di Paola, iniziarono a produrre birra per l’autoconsumo presso il monastero bavarese di Neudeck ob der Au. È proprio dal santo che deriva il nome del birrificio Paulaner, e la sua storia fu piuttosto complessa. Il monastero venne infatti chiuso nel 1799, e l’edificio trasformato in una prigione. Tuttavia esso venne riacquistato dal mastro birraio Franz Xaver Zacherl, che riprese in mano la produzione di birra e la ricetta originale della “Salvator” che Padre Barnaba inventò nel 1773. Nel 1896 questa birra venne registrata all’ufficio brevetti dando così inizio all’età moderna del birrificio Paulaner, costellata di successi.

Oggi la Paulaner è una delle sei birre protagoniste delle celebrazioni dell’Oktoberfest, che si tiene tutti gli anni a Monaco di Baviera a cavallo tra settembre ed ottobre.

Birre Paulaner

Le birre Paulaner in bottiglia

Davvero ampio è l’assortimento di birre nate nel corso degli anni alla Paulaner, tutte caratterizzate da un’altissima qualità: eccole nel dettaglio.

  • Salvator (7.9°): è la birra dal grado alcolico più elevato dell’intera gamma Paulaner, e come abbiamo visto anche quella di più antica “invenzione”. La Salvator è una birra in stile Doppelbock caratterizzata da un colore ramato brillante e da un aspetto limpido, nonché da una densa schiuma. Il profumo richiama intensamente al malto ed al pane tostato, ed entrambi questi sentori si ritrovano nel sapore che presenta una leggera punta di luppolo ed un finale alcolico.

  • Hefe-Weissbier Naturtrüb (5.5°): è una birra torbida (non filtrata) di colore arancione dorato, che forma una schiuma abbondante e densa. Grazie al suo profumo fruttato (banana, mela) e aromatico, ed al suo sapore maltato dalla luppolatura quasi impercettibile, questa birra ha conquistato negli anni un sempre maggior numero di consumatori al punto che oggi è la più venduta dell’intera gamma Paulaner.

  • Original Münchner Hell (4.9°): questa birra presenta un colore giallo paglierino, ed è sovrastata da un denso cappello di schiuma. Il profumo è, ricco, luppolato e biscottato, mentre il gusto di questa specialità Paulaner è dominato da un buon equilibrio tra malto e luppolo, cui si aggiunge una piacevole frizzantezza. Il retrogusto della Original Münchner Hell è leggermente secco.

  • Oktoberfest Bier (6°): è la tipica birra servita all’Oktoberfest nei grandi boccali da un litro (“maß”), ed al pari di altre specialità Märzen è disponibile solamente nel periodo autunnale. Si tratta di una birra molto beverina dal colore dorato-ambrato e dalla schiuma densa, il cui profumo è dolce e maltato, con una nota di miele. Il sapore della Oktoberfest Bier del birrificio Paulaner rispecchia appieno i suoi aromi, con in più una lieve luppolatura.

  • Hefe-Weissbier Dunkel (5.3°): è una birra che sostanzialmente ricalca la Hefe-Weissbier Naturtrüb descritta precedentemente, con la differenza che per produrla vengono utilizzati dei malti tostati che conferiscono alla Dunkel un colore marroncino-ramato. Questa specialità Paulaner presenta un profumo fruttato (banana e agrumi) e speziato, ed un sapore intensamente maltato nel quale si percepiscono distintamente anche il lievito e gli aromi sopra citati.

  • Hefe-Weissbier Kristallklar (5.2°): si tratta di una Weissbier filtrata, che quindi si presenta con un colore giallo dorato limpido e un profumo fruttato (banana) e speziato. Caratterizzata da una leggera carbonatazione, la Kristallklar è una birra beverina e rinfrescante, con un sapore piacevolmente amarognolo e note di spezie e lievito. Il finale è leggermente secco.

Nella gamma di birre in bottiglia prodotte dal birrificio Paulaner ricordiamo anche la Paulaner Hefe-Weissbier Non-Alcoholic-Alkoholfrei, facilmente distinguibile per il suo tappo rosso. Questa Weissbier analcolica è caratterizzata da un aspetto torbido e ambrato, e profuma di malto con una punta di agrumi e coriandolo. Il gusto è maltato e leggermente speziato, e si tratta di una bevanda rinfrescante ideale per chi vuole evitare l’alcol – ma che al pari di altre birre analcoliche non regge il confronto con le sue corrispettive tradizionali.

Le birre Paulaner alla spina

Vi sono, infine, tre diverse tipologie di Paulaner che oggi è possibile gustare alla spina anche in diverse birrerie specializzate del nostro paese:

  • St Thomas (6.8°): si tratta di una birra chiara e beverina in stile Maibock, dal colore ambrato e dal profumo maltato e caramellato. Il sapore della St Thomas è dolce e corposo, con un buon equilibrio tra malto e luppolo e piacevoli note fruttate.

  • Pils (4.9°): è una birra dal colore dorato, il cui profumo è dolce e maltato con note di luppolo. Per produrre questa Pils la Paulaner impiega solo il pregiato luppolo dell’Hallertau, che conferisce alla birra un gradevole sapore amarognolo che ben si accosta al malto ed ai sentori erbacei.

  • Paul’s (5.5°): presenta un colore dorato e un intenso aroma di malto, che si ritrova anche nel sapore insieme a una leggera luppolatura: la Paul’s è perciò una birra dissetante e rinfrescante.

Informazioni utili

  • Paulaner Brauerei GmbH & Co. KG
  • Sito web: http://www.paulaner.it/
  • Contatti: http://www.paulaner.it/dynamic/contactForm/it
  • Indirizzo: Hochstraße 75, 81541 München (Germania)
  • Tel.: +49 (0)89 48005

Lascia un commento