Birre Kulmbacher, EKU, Kapuziner e Mönchshof

Le birre Kulmbacher

Kulmbacher, EKU, Kapuziner e Mönchshof sono quattro diverse specialità birrarie che hanno in comune un aspetto: vengono prodotte dal birrificio Kulmbacher, uno dei più importanti di tutta la Baviera. Scopriamo in questa guida le origini di questo birrificio e le sue apprezzate specialità oggi esportate in moltissimi paesi del mondo, Italia compresa.

Birre Kulmbacher

La nascita del birrificio Kulmbacher

Situata nella porzione settentrionale della Baviera, a una quarantina di chilometri dal confine con la Repubblica Ceca, la cittadina di Kulmbach ospita da oltre 150 anni un birrificio molto apprezzato per via della qualità della sua produzione.

Una produzione che affonda le sue radici nella storia antica: il rinvenimento di un’anfora risalente al 1000 a.C. nei pressi di Kulmbach dimostrò come già tremila anni fa nella zona si producesse e consumasse birra. Il vero e proprio anno di svolta fu, però, il 1846.

Fu allora che i “cittadini birrai” Johann Wolfgang Reichel, Johann Martin Hübner e Johann Konrad Scheiding decisero di fondare il birrificio Reichelbräu, la cui produzione divenne ben presto molto richiesta.

A testimonianza della qualità e del valore di questa produzione birraria basta ricordare che nel 1926 l’amministrazione di Kulmbach concesse l’utilizzo dello stemma cittadino nel marchio del birrificio: a tutt’oggi, il birrificio Kulmbacher è l’unico di tutta la Germania al quale è concesso questo privilegio.

Nemmeno i tragici avvenimenti del XX secolo riuscirono a minare il successo di questa fiorente attività, che nel 1996 a seguito dell’unione con i birrifici concorrenti Mönchshof, Sandlerbräu ed EKU (attivi anch’essi a Kulmbach) diede origine alla Kulmbacher Brauerei AG. Nonostante questa unificazione, i quattro birrifici rimangono ancor oggi indipendenti nelle loro attività produttive.

Da allora il successo della Kulmbacher Brauerei AG fu inarrestabile: nel 2002 venne superata per la prima volta la soglia di due milioni di ettolitri di produzione, e i suoi quattro marchi oggi vengono esportati anche nel nostro paese.

Le caratteristiche delle birre Kulmbacher

Birre Kulmbacher

Le birre prodotte dal birrificio Kulmbacher sono caratterizzate da un sapore morbido e rotondo, e da una freschezza che le rende adatte ad ogni occasione: ecco le principali della gamma.

  • Kulmbacher Festbier (5.6°): tipica specialità del periodo autunnale, grazie al suo contenuto moderato di luppolo questa birra chiara Kulmbacher è piacevolmente amarognola e dal sapore pieno, con note di malto, erbacee e luppolate.

  • Kulmbacher Feinmild (4.9°): birra bionda dal profumo speziato e dal sapore maltato, aromatico e con solo una lieve luppolatura.

  • Kulmbacher Export (5.4°): dal colore giallo dorato, la Export si presenta all’olfatto con note maltate intense ed aromatiche, mentre il sapore è dominato dal malto cui si accosta una piacevole punta di amarognolo.

Una menzione speciale merita, inoltre, la Kulmbacher Eisbock (9.2°). Questa specialità tradizionale veniva prodotta nei tempi passati solo in inverno: esponendo la birra a temperature molto basse, l’acqua congelava e poteva essere separata lasciando così una bevanda dall’elevata gradazione alcolica e dai sapori e profumi intensi.

Ed è proprio così che oggi si presenta la Kulmbacher Eisbock, di colore bruno-ramato: con un profumo ricco (caramello, frutti rossi, malti tostati) e con un sapore dominante di malto cui si accostano piacevolmente note di caramello, frutta secca e uvetta: una apprezzata birra da intenditori, oggi a disposizione tutto l’anno.

Le caratteristiche delle birre EKU

birre EKU

Un tempo queste birre erano prodotte dal birrificio EKU (Erste Kulmbacher Union, fondato nel 1872), che come abbiamo visto entrò a far parte del grande gruppo Kulmbacher sul finire degli anni ‘90. Le specialità EKU a bassa fermentazione comprendono, oltre a tradizionali Hell e Pils, anche una birra dalla gradazione alcolica superiore ai 10°, una rarità per il panorama birrario tedesco.

  • EKU Hell (4.9°): questa birra dal colore giallo dorato presenta un aroma floreale e maltato. Il sapore di questa Hell di medio corpo è gradevole, e non eccessivamente luppolato.

  • EKU Pils (4.9°): classica birra chiara in stile Pils, questa EKU si presenta sin da subito all’olfatto con profumi di luppolo e malto; la buona luppolatura determina un sapore amarognolo, mai comunque eccessivo.

  • EKU 28 (11.0°): si tratta della più forte birra della gamma EKU, e dell’intera Kulmbacher Brauerei AG. Il colore della “28” è ramato e l’aroma presenta note dolci (frutta, caramello), con un contenuto di alcool ben percepibile. Il sapore è dolce, forte e con una lieve luppolatura nel finale; il grado alcolico si sente eccome, cosa che rende questa birra poco beverina, e più “da meditazione”.

Altre birre prodotte dal birrificio Kulmbacher a marchio EKU sono la EKU Export (5.4°, maltata e aromatica), la EKU Festbier (5.6°, dal sapore forte e mediamente luppolato) e la dissetante EKU Radler (2.5°, prodotta con succo di limone senza aggiunta di zuccheri o aromi artificiali).

Le caratteristiche delle birre Kapuziner

birre Kapuziner

Queste birre sono prodotte dalla Sandlerbräu nel rispetto delle antiche tradizioni monastiche, impiegando acqua pura e ingredienti selezionati. Ne risultano bevande ad alta fermentazione dal gusto rotondo ed equilibrato, disponibili oggi in diverse varianti:

  • Kapuziner Weissbier (5.4°); birra di frumento dal caratteristico colore giallo paglierino torbido, questa Hefeweizen si distingue all’olfatto per il suo piacevole profumo aromatico (banana e spezie). Il sapore è fruttato e tendenzialmente dolce, con una piacevole frizzantezza: questa birra è perciò molto beverina e dissetante.

  • Kapuziner Kristall-Weizen (5.4°): a differenza delle altre Weizen questa birra di frumento è filtrata, ed è per questo motivo che il suo aspetto è limpido e dorato. Il profumo è delicatamente speziato (chiodi di garofano) e fruttato (banana), mentre il sapore di cereali è in equilibrio con una lieve luppolatura.

  • Kapuziner Schwarz-Weizen (5.4°): questa Weizen, essendo prodotta con malti ad elevato grado di tostatura, presenta un colore marrone scuro. Il profumo è intenso, e dominato dagli aromi di tostato, cioccolato, caffè e cereali. Il sapore è rotondo e tendente al dolce, con una leggera punta di amarognolo.

  • Kapuziner Leicht (3.1°): si tratta di una versione “light” della birra di frumento Kapuziner, dal sapore leggero e maltato, con un finale tendente al secco.

Il birrificio Kulmbacher produce anche una versione analcolica della Kapuziner (Alkoholfrei), rinfrescante e ideale per chi deve guidare ma non vuole rinunciare ad una buona birra di frumento.

Le caratteristiche delle birre Mönchshof

birre Mönchshof

Il birrificio Mönchshof è il più antico dei quattro esistenti a Kulmbach, e porta avanti una tradizione fatta di lavorazioni artigianali, dell’uso di ingredienti selezionati e – caratteristica distintiva che condivide con la Kapuziner – dell’impiego di sole bottiglie con tappo meccanico. Ecco le caratteristiche delle specialità ispirate alle tradizioni monastiche che fanno parte dell’ampia gamma del birrificio Kulmbacher:

  • Mönchshof Original (4.9°) dal colore giallo dorato, questa birra profuma di luppolo e cereali, e presenta un sapore con note aromatiche di banana e chiodi di garofano. Il finale è erbaceo e finemente luppolato.

  • Mönchshof Kellerbier (5.4°): la ricetta di questa “birra da cantina” è molto antica e dà origine a una bevanda torbida di colore ambrato, il cui profumo è maltato, leggermente agrumato e con note di miele. Il sapore è caldo, tendente al dolce e ben equilibrato, con un finale appena amarognolo.

  • Mönchshof Landbier (5.4°): per produrre questa birra si impiegano luppoli molto aromatici, che le conferiscono un sapore ricco e pieno, con il dolce del malto ben controbilanciato dall’amaro del luppolo. Il profumo è anch’esso luppolato, e con lievi note erbacee e agrumate.

  • Mönchshof Radler (2.5°): contenente succo di limone naturale, questa birra è molto dissetante e rinfrescante.

Due sono inoltre le specialità scure prodotte a marchio Mönchshof:

  • Mönchshof Schwarzbier (4.9°): questa birra di colore marrone scuro, quasi nero, viene prodotta con malti dall’elevato grado di tostatura ed è caratterizzata da sentori di tabacco, pane tostato e caffè. Il sapore è dominato dal malto tostato e da una lieve luppolatura, con un finale tendente al secco.

  • Mönchshof Bockbier (6.9°): di colore ambrato intenso, questa birra Bock dal buon grado alcolico si presenta con un bouquet maltato, dolce e con note di frutta secca. Il suo sapore è ricco ed equilibrato, inizialmente dolce per poi diventare leggermente amarognolo sul finale.

Infine, per concludere, ecco le birre Mönchshof prodotte per conto del birrificio Kulmbacher disponibili solo in periodi limitati dell’anno:

  • Mönchshof Weihnachts Bier (5.6°): vera e propria protagonista della stagione invernale, questa birra natalizia è disponibile solo tra ottobre e dicembre. La Weihnachts Bier è caratterizzata da un colore dorato scuro e da un aroma dolce di cereali con sentori erbacei. Il gusto è maltato e ben bilanciato dalla presenza del luppolo, il cui sapore perdura anche nel finale.

  • Mönchshof Maibock (6.9°): questa birra è invece legata al periodo primaverile – è infatti disponibile solo da febbraio a maggio – ed è caratterizzata da note olfattive maltate molto aromatiche. Il sapore è pieno e ricco, tendenzialmente dolce (malto, caramello e cioccolato), mentre il finale è alcolico e amarognolo.

Informazioni di contatto

Lascia un commento