Birre Dubbel, Tripel e Quadrupel

Birre Dubbel

Birre Dubbel

Di buon corpo e piacevolmente frizzanti, le Dubbel erano in origine birre trappiste, ovvero prodotte dai monaci di uno dei sei monasteri trappisti presenti oggi in Belgio, ovvero

  • Chimay
  • Orval
  • Rochefort
  • Achel
  • Westvleteren
  • Westmalle

In particolare, le Dubbel sono ‘nate’ dalla sapienza dei monaci di quest’ultima abbazia intorno alla fine del XIX secolo.

Al giorno d’oggi sono centinaia i birrifici piccoli e grandi che, in tutto il paese come anche all’estero, si dedicano alla produzione di queste birre di grande qualità e per questo molto apprezzate dagli intenditori.

Le Dubbel sono birre di colore scuro caratterizzate da un ricco aroma maltato, da un buon grado alcolico (circa 6-9°) e da sentori speziati e leggermente fruttati. La luppolatura è moderata, pertanto il sapore è solo leggermente amarognolo. Per la produzione di alcune Dubbel si impiegano malti caramellati, di conseguenza in queste birre è talvolta possibile ravvisare anche delicate note dolci.

Tra le Dubbel assolutamente da provare possiamo citare, in particolare:

  • WestmalleTrappist Dubbel
  • Chimay Première (tappo rosso)
  • St. Bernardus Prior 8
  • Trappistes Rochefort 6
  • Corsendonk Patere Maredsous 8

anche se l’elenco di birre potrebbe andare avanti ancora per molto!

Birre Tripel

Birre Tripel

Queste birre chiare e forti sono formalmente nate a partire da un unico capostipite, ovvero la birra Tripel prodotta dal monastero trappista di Westmalle negli anni Cinquanta del secolo scorso. Simili birre esistevano però già in precedenza, anche nella variante scura, e oggi sono davvero tanti i birrifici belgi che si dedicano alla produzione di queste specialità dalla storia ultracentenaria.

Le Tripel sono caratterizzate da un colore che va dal giallo al dorato, e presentano una schiuma densa e cremosa. Davvero complesso è il loro sapore, nel quale si avvertono note di spezie, lievito e frutta; il finale è dolce e il gusto amaro non è mai predominante in queste birre grazie ad un sapiente bilanciamento tra malto e luppolo. La gradazione alcolica di una Tripel è in genere compresa tra 8 e 12°.

L’origine del termine “Tripel” rimane piuttosto incerta, anche se una teoria sembra essere più convincente di tutte le altre. Nei secoli passati, sulle botti nelle quali veniva trasportata la birra venivano marcate delle “X” per indicare qual era la gradazione alcolica del contenuto:

  • X identificava una birra piuttosto leggera (circa 3°)
  • XX una birra media (5-6°)
  • XXX una birra forte (dai 9° in su)

Ecco quindi, probabilmente, spiegato il significato di “Tripel”!

Ed ecco alcune Tripel assolutamente da non perdere:

  • Westmalle Trappist Tripel
  • Tripel Karmeliet
  • St. Bernardus Tripel
  • Chimay Tripel (tappo bianco)
  • Maredsous 10
  • Corsendonk Agnus 
  • Gouden Carolus Tripel

Birre Quadrupel

Birre Quadrupel

Analogamente alle specialità precedenti, anche questa birra trova la sua origine nella sapiente tradizione dei monaci trappisti. Una Quadrupel è caratterizzata da un notevole grado alcolico (9-13°) e il suo sapore è più intenso e corposo rispetto alle sue ’cugine’ Dubbel e Tripel.

Tipicamente, una Quadrupel si presenta con un colore bruno o rosso molto scuro, e il gusto maltato presenta solo una leggera punta di amarognolo; la presenza dell’alcool è ben percepibile, così come le note speziate e fruttate che contribuiscono al sapore unico di queste birre.

Tra le celebri specialità birrarie belghe della tipologia Quadrupel che meritano senz’altro un assaggio possiamo ricordare

  • Trappistes Rochefort 10
  • St. Bernardus Abt 10
  • TrappistWestvleteren 12
  • Pannepot
  • Kasteel Donker

Un altro esempio emblematico di questa tipologia di birre è La Trappe Quadrupel, prodotta dal monastero trappista olandese De Koningshoeven Brewery.

Lascia un commento