Birre Augustiner-Bräu

Birre Augustiner-Bräu

Birrificio e birre Augustiner-Bräu (Germania)

La storia dell’Augustiner-Bräu, che oggi è il più antico birrificio indipendente di Monaco di Baviera, iniziò nel 1294 con la fondazione del monastero di Sant’Agostino in Haberfeld. Presso il loro monastero i frati agostiniani produssero sin dai primi anni un’ottima birra destinata al consumo interno, che in seguito venne anche destinata al commercio. Le prime testimonianze scritte che parlano di questa produzione risalgono al 1328, anno in cui peraltro Monaco di Baviera venne quasi completamente distrutta da un incendio, che tuttavia risparmiò il complesso monastico.

Per merito della loro eccellente produzione, e affinché essa potesse proseguire indisturbata, i monaci agostiniani vennero esentati dal pagamento delle tasse e per secoli la birrificazione del monastero fu fiorente.

Tuttavia, nel 1803, il convento subì la secolarizzazione e il conseguente esproprio imposto da Napoleone Bonaparte, con il risultato che il birrificio venne privatizzato. Non solo: esso venne trasferito nel centro di Monaco di Baviera, dove rimase sino al 1885 quando l’Augustiner-Bräu cambiò di nuovo casa sino a stabilirsi definitivamente in Landsberger Straße, la sua sistemazione attuale. La famiglia di Anton e Therese Wagner prese in gestione il birrificio dal 1829, ed ancora oggi parte della società è detenuta dai suoi eredi.

Per meglio comprendere quali siano i valori fondanti di questa importante realtà bavarese, si ricorda che nella torrida estate del 2003 il birrificio Augustiner-Bräu nonostante la richiesta elevata rifiutò di aumentare la sua produzione, poiché così facendo la qualità sarebbe stata inevitabilmente sacrificata. È proprio per questo rispetto dei valori della tradizione, e per l’assenza di marketing, che l’Augustiner-Bräu è considerato oggi l’ultimo “vero” birrificio di Monaco.

Augustiner-Bräu-birre

Le birre Augustiner-Bräu

Ben otto sono le diverse specialità birrarie che nascono nel birrificio Augustiner-Bräu, prodotte rigorosamente con ingredienti selezionati e, come abbiamo visto, con una grande cura nei confronti della qualità. Ecco le caratteristiche delle sei specialità chiare:

  • Lagerbier Hell (5.2°): è una birra dal colore biondo dorato considerata tra le migliori della gamma Augustiner-Bräu. Il profumo è erbaceo e luppolato, e il suo sapore è un perfetto equilibrio tra il dolce del malto e l’amaro del luppolo.

  • Oktoberfestbier (6°): come si desume dal nome, è proprio questa la birra che viene servita nel corso dell’Oktoberfest di Monaco di Baviera, che tutti gli anni si svolge tra la fine di settembre e l’inizio di ottobre. Si tratta di una birra Märzen chiara dalla densa schiuma candida, il cui profumo presenta sia note dolci che leggermente amarognole. Il sapore è analogo, con un perfetto bilanciamento tra malto e luppolo che rende questa birra dissetante e facile da bere.

  • Weissbier (5.4°): si distingue per il suo colore ambrato e lievemente torbido, e viene prodotta con due diverse tipologie di malto (di orzo e frumento). Grazie alla fermentazione in bottiglia questa Weissbier è caratterizzata da un complesso profilo olfattivo, che rivela profumi fruttati (banana), speziati (chiodi di garofano), di luppolo e di miele. Il sapore è invece dolce, maltato e con note fruttate, con la presenza del luppolo quasi impercettibile.

  • Pils (5.6°): presenta un colore giallo dorato e un aspetto limpido, e viene prodotta con un luppolo molto aromatico che si percepisce nettamente nel profumo di questa Pils. Il sapore è piacevolmente amarognolo, con un finale luppolato, che insieme alla buona frizzantezza rendono questa birra estremamente rinfrescante.

  • Heller Bock (7°): tipica birra Bock caratterizzata da un colore giallo dorato e da un buon grado alcolico. Il profumo è caramellato e con sentori luppolati, mentre nel sapore maltato si percepiscono note floreali e di miele; l’alcool non è mai dominante.

  • Edelstoff (5.6°): questa dissetante birra destinata all’export è caratterizzata da una buona frizzantezza e da un profumo fresco e luppolato. Nel sapore si distinguono nettamente il malto tostato e il luppolo, che insieme a una leggera nota speziata rendono la Edelstoff una birra rinfrescante e dissetante.

Per gli amanti delle birre scure, infine, il birrificio Augustiner-Bräu propone queste due ottime specialità:

  • Augustiner-Bräu Maximator (7.5°): prodotta con malti tostati, questa birra in puro stile Doppelbock presenta un colore bruno-ramato ed è la specialità perfetta da degustare nei mesi freddi dell’anno. Il profumo richiama intensamente al malto e ai frutti rossi, ed entrambi si ritrovano anche nel sapore che è tendente al dolce e con una piacevole punta di zucchero caramellato.

  • Augustiner-Bräu Dunkel (5.6°): altra specialità scura del birrificio Augustiner-Bräu, che si distingue per il suo colore bruno con riflessi rubino e una densa schiuma. La Dunkel si fa apprezzare grazie al profumo fruttato, di caramello e lievito, mentre il sapore risulta intenso e maltato, con note di cioccolato e una media carbonatazione. Il finale è leggermente luppolato.

Informazioni utili

Lascia un commento