Birra e salute

Birra e salute

Rapporti tra birra e salute

Naturalmente vale sempre la regola base che bisogna bere con moderazione e non mettersi alla guida di un veicolo se si è superato il tasso alcolemico consentito per legge.

Secondo quanto emerso da alcuni studi svolti dall’Istituto Nazionale per la Ricerca sul Cancro di Genova sui rapporti tra birra e salute, la pianta del luppolo, utilizzata per produrla, conterrebbe delle sostanze dette flavonoidi prenilati, come lo xantumolo, che sembrano abbiano anche un’attività antitumorale. Certamente è bene sottolineare che si tratta di esperimenti di laboratorio che ad oggi non hanno una valenza scientifica appurata, ma comunque rappresentano dei risultati interessanti da poter approfondire ulteriormente per meglio comprendere i rapporti tra birra e salute.

Le birre che hanno una maggiore concentrazione di xantumolo sono quelle con un più alto contenuto di luppolo e che quindi si contraddistinguono per il loro sapore più amaro e hanno una schiuma piuttosto consistente. La birra, inoltre, contiene in genere poche calorie, grazie ai polifenoli ha un effetto antiossidante, sembra avere inoltre anche un effetto diuretico e può essere introdotta anche in diete povere di sodio.

Sostanze presenti nella birra

Nei rapporti tra birra e salute sono importantissime; specialmente quella non pastorizzata e non filtrata, infatti, contiene alcune importanti vitamine, in particolare quelle del gruppo B.

Tra gli ingredienti ci sono acqua, zuccheri, anidride carbonica, albuminoidi, destrine, glicerina e sostanze derivanti dal luppolo.

Oltre alle vitamine, sono presenti:

  • fibre solubili: hanno le proprietà di contrastare la stitichezza e ridurre la colesterolomia;
  • polifenoli: sono considerati degli antiossidanti naturali utili anche per contrastare l’insorgenza di malattie cardiovascolari;
  • silicio: molto utile nei processi di calcificazione;
  • maltodestrine: fonte energetica presente anche nelle bevande definite appunto energetiche spesso utilizzate dagli sportivi.

Calorie della birra

Nei rapporti tra birra e salute la fa da padrona la domanda: “Ma la birra fa ingrassare”?

A quanto pare sembra di no. In effetti questa bevanda, rispetto anche ad altre come il latte o i succhi di frutta, contiene poche calorie. Certamente dipende molto dal tipo di birra che si sceglie: una birra leggera contiene molte meno calorie di una birra forte, ma tra le bevande alcoliche sicuramente la birra è quella con il minor contenuto di calorie.

Ecco allora alcuni esempi di riferimento generici e approssimativi per sapere quante calorie ci sono in 1 litro di birra:

  • birra analcolica (3-8 gradi): 150 calorie/litro;
  • birra di 12 gradi: 450 calorie/litro;
  • birra di 16-18 gradi: 600-700 calorie/litro.

Per rendersi meglio conto di quante siano le calorie si possono fare dei confronti: il latte intero oppure i succhi di frutta apportano circa 600-700 calorie/litro.

Malattie del cuore

Se si beve la birra moderatamente ogni giorno si possono ridurre di ¼ i rischi di malattie coronariche, aumentando la concentrazione di colesterolo buono. Ma tutto ciò è vero? Questo è quello che sostengono alcuni ricercatori tedeschi, ma certamente sono considerazioni che vanno approfondite. Resta il fatto che la birra contribuisce a diminuire la concentrazione di alcune proteine infiammatorie come appunto la C-reattiva e il fibrinogeno e allo stesso tempo aumenta il livello di Hdl che è considerato il colesterolo “buono”.

Effetto diuretico

La birra ha un effetto diuretico grazie alla presenza di sali minerali come il magnesio e il potassio. Ecco che allora quando la si beve, il nostro corpo produce maggiore urina del solito, favorendo l’attività naturale dei reni e senza però allo stesso tempo alterare i sali minerali e i liquidi presenti e necessari all’organismo.

Diete iposodiche

La birra ha un basso contenuto di sodio pertanto non ha controindicazioni nelle diete iposodiche. Infatti la relazione del potassio al sodio è 15.7 quindi simile all’acqua potabile e addirittura circa sedici volte inferiore a quella ad esempio del latte. Altro punto a suo favore nei rapporti tra birra e salute.

Basso contenuto alcolico

La birra in genere contiene piccole quantità di alcol, sono infatti poche le birre che hanno un maggiore contenuto alcolico. La quantità di alcol presente dipende naturalmente dal tipo, ma in genere in media si va da 2 a 6 gradi. Per fare dei confronti il vino, ad esempio, in media ha 8-13 gradi, i liquori 35-45 gradi, il cognac 50-60 gradi e l’anice anche 45-70 gradi. Inoltre per fare lo stesso contenuto alcolico di 1 litro di vino sarebbero necessari circa 2 litri e mezzo di birra. Questo naturalmente è un fattore di grande importanza nei rapporti tra birra e salute.

Lascia un commento